lunedì 12 giugno 2017

Random Updates #9

Rubrica di aggiornamenti a caso.
Salve lettori!
E' da un po' di tempo che non vi aggiorno su ciò che mi succede, quindi stamattina ho deciso di prendermi venti minuti e provare a spiegarvelo.

Inizierei col dire che il mio buon proposito di pubblicare qualcosa in pagina ogni giorno è miseramente fallito. Ci sono riuscita per alcune settimane, poi i mille impegni e la poca costanza che mi contraddistinguono hanno fatto il resto, ovvero mi hanno messo i pali fra le ruote e tutto è andato a monte. Lo so, la pagina, così come il blog, non sono il mio lavoro ed è normale che possano esserci periodi produttivi e periodi meno produttivi, ma mi stanno così a cuore che vorrei davvero essere più costante. E' per questo che ho deciso che, dopo il lancio del nuovo blog, mi rimboccherò le maniche e  mi organizzerò secondo un piano editoriale ben studiato. Questo non per fare la fighetta, ma per non buttare alle ortiche il lavoro di anni che, il buon Mr Facebook, dall'alto delle sue politiche sulle pagine, ogni giorno di più cerca di minare. Voglio fare in modo che la pagina sia sempre attiva e vi offra storie e spunti. Ce la farò?! Non lo so, ma la voglia c'è!

Ora, situazione del nuovo blog. Ci sto lavorando ormai da un mesetto e mezzo. Certo, il tempo non è molto, quindi vado a rilento, ma procedo. Il logo è quasi pronto, ciò significa che, una volta che avrò in mano quello, potrò lavorare sulla grafica e poi mettermi davvero d'impegno per spostare tutti gli articoli (sono quasi 300!, God save me). 
Vi avevo promesso che sarebbe stato tutto pronto per fine giugno, ma vedo più realistico eliminare qualsiasi tempistica e aggiornarvi invece più spesso su progressi e battute d'arresto. 
Non vedo comunque l'ora di terminare questo trasloco digitale perché, in tutta onestà, con Blogger sto avendo sempre più problemi e, sempre più spesso, mi vedo costretta ad usare il computer dell'ufficio per impaginare i miei post perché il mio computer di casa non lo regge più - nel senso che fanno proprio a cazzotti! 
E poi WordPress mi piace di più, mi lascia più spazio di manovra e mi permette di sperimentare e migliorarmi. 

Avrete sicuramente notato che, ultimamente, ho postato poco sul blog, ma non è stato solo per problemi legati alla piattaforma, ma, semplicemente, ho letto poche cose e ho avuto poco tempo per scrivere post chiacchiericci. 
Nelle ultime settimane ho letto Memorie di una geisha di Arthur Golden, Spy story love story di Nicolai Lilin, due pacchetti dell'Orma Editore (Woolf e Brontë) e Romanza senza parole di Sof'ja Tolstaja. Sono state tutte letture da 4 o 5 stelle, se vogliamo adottare il metro di valutazione di Goodreads e ve le consiglio tutte!
Ora mi sono buttata su una lettura estiva, leggera e tranquilla: Chocolat di Joanne Harris. Ci credete se vi dico che ho visto il film miliardi di volte, ma non avevo mai letto il libro?!

Un ultimo accenno veloce a come sta andando il mio Servizio Civile. Sto imparando molte cose e sto facendo molte esperienze. Il periodo estivo si prospetta curioso, ma non molto intenso. Se tutto va bene, imparerò ad utilizzare InDesign che, di tutta la Suite Adobe, ancora mi manca. Ah!, sto anche scrivendo moltissimo - motivo per cui, a fine giornata, non ho più neuroni disposti a mettersi al lavoro per il blog. Stiamo preparando il nuovo numero del periodico informativo e sono già a 3 articoli scritti anche stavolta. In più mi sono pure cimentata nella scrittura di un articolo (quasi 6.000 caratteri) per riviste turistiche tipo Touring. Io mi sto divertendo un mondo perché faccio ciò che mi piace e, a quanto pare, mi riesce anche abbastanza bene.

Anche stavolta gli aggiornamenti random sono diventati un post eterno. Se siete arrivati fino in fondo, grazie di cuore! Io spero di avervi dato informazioni un po' su tutto. Se avete domande o curiosità non esitate a scrivermi! Alla prossima!

2 commenti:

  1. Ho letto Chocolat anni fa e, sebbene sia un po' diverso dal film, ricordo che mi era piaciuto molto :)
    Buona lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sta piacendo abbastanza, ma continuo a trovare a tratti pesante lo stile della Harris. =)

      Elimina