mercoledì 18 febbraio 2015

Tag: L'albero dei libri.

Eccomi qui a proporvi un nuovo tag game...So che non è passato molto dall'ultimo, ma queste sono buone occasioni per parlare di libri e per scoprirne di nuovi! Questo in particolare l'ho rubato a Ilaria del blog Geeky Bookers, ma è stato creato dal blog Le parole segrete. Cominciamo! Siete pronti?!

Il tag è molto semplice. Si tratta di abbinare dei libri alle varie parti che costituiscono l'albero. In questo modo si possono scoprire molti titoli interessanti. 

Pronti...Attenti...Via!


Le radici: un libro che ha inaspettatamente messo radici nel vostro cuore.

Il cavaliere di bronzo, Aleksandr Puskin.
Poema narrativo sulla statua equestre di Pietro il Grande a San Pietroburgo. È considerato uno dei più significativi lavori della letteratura russa.
L'ho cercato e desiderato tanto. Vi starete chiedendo perché mai lo volevo così tanto! Semplicemente perché nel mio libro preferito (Il cavaliere d'inverno, Paullina Simons) Alexander dona a Tatiana questo libro. E allora volevo leggerlo.
L'ho trovato bellissimo, complesso e illuminante. 




Il tronco: il volume di una saga che considerate il più importante, che dà senso a tutti gli altri, o è il vostro preferito.

Il cavaliere d'inverno, Paullina Simons.
Lo so, sono ripetitiva al massimo, ma non potevo che scegliere questo libro. E' il mio preferito, è l'inizio di una storia che amo e che fa parte della mia vita quotidiana dato che faccio parte di gruppi che ne parlano ogni giorno (starete pensando che sono da ricovero!...).
Io non faccio altro che consigliarlo a chi ancora non lo ha letto.





I rami: due romanzi dello stesso autore; uno voluminoso, quasi un mattone, uno al confronto molto corto.

Ulisse, James Joyce.
Un mattone in tutti i sensi, anzi quasi più un'arma da difesa. Voluminoso è voluminoso (nell'edizione che ho scelto io poi non parliamone!). Impegnativo è impegnativo.
E' sulla mia libreria da alcuni mesi. Quest'anno lo leggerò, o almeno ci proverò.






Gente di Dublino, James Joyce.
Indubbiamente più corto dell'Ulisse. Una piacevole raccolta di racconti sulla quotidianità di una città, Dublino per l'appunto, centro e anima della vita dell'autore e quindi delle sue opere.








Le foglie verdi: tre romanzi contemporanei che consiglieresti.

Che domanda difficile. Ho sempre letto pochi contemporanei e li leggo sempre meno. 

Eredità, Lilli Gruber.
Un libro bellissimo (del quale devo leggere il seguito). Non mi stuferò mai di consigliarlo perché racconta una parte di Storia spesso dimenticata. La Gruber ha fatto un lavoro eccezionale che merita di essere conosciuto e divulgato. Infatti descrive la storia della sua famiglia, leggermente romanzata, tra le due Grandi Guerre, soffermandosi sulle questioni alto-atesine che ancora oggi sono tema di discussione.




La vita quando era nostra, Marian Izaguirre.
Un libro sui libri per chi ama i libri. Bello, intenso, commovente. Ambientato in una Spagna in difficoltà, narra le vicende di una giovane coppia proprietaria di una libreria e di un'anziana signora. Merita davvero!







Ama la Terra. Come te stesso, Christoph Baker.
Per restare in tema di natura, questo saggio non dice nulla di nuovo, ma lascia qualche spunto di riflessione, soprattutto a chi si è sempre occupato o interessato di questi temi. 








Le foglie secche: tre classici che consigliereste.

Anna Karenina, Lev Tolstoj.
Uno dei miei libri preferiti. Assolutamente da leggere. Tolstoj ha scritto un'opera che ha ancora molto da insegnare e da dire. Splendido!








Dracula, Bram Stoker.
Un libro eccezionale. La capacità stilistica e narrativa di Stoker supera qualsiasi altro romanzo gotico che ho letto. L'idea di scrivere in forma epistolare buona parte del romanzo, ha reso il tutto accattivante e coinvolgente.







Il Maestro e Margherita, Michail Bulgakov.
Di questo libro ho già parlato moltissimo. Non starò qui a dilungarmi più del necessario. Un capolavoro della letteratura russa e mondiale. Va letto almeno una volta nella vita anche se non è un libro semplice da affrontare.








Il tag è finito. Come sempre mi sono buttata tra russi e irlandesi. Sono i miei preferiti. Mi danno emozioni che gli altri non riescono a darmi. 
Ovviamente, come sempre dopo un tag, vi invito a stilare la vostra lista e lasciare un commento oppure a lasciarmi un commento con il link se riproporrete il tag sul vostro blog.
Alla prossima!

10 commenti:

  1. Ed eccomi quiiii!!! ^^ Allora, innanzitutto dalle letture del tag mi pare di capire che abbiamo un'altissima compatibilità! *_*
    Parto dal principio: Il cavaliere d'inverno è il mio libro preferito in assoluto! (anche se sono passati anni da quando l'ho letto, riletto e amato.. e a volte mi chiedo se possa ancora essere il mio libro preferito in assoluto... ma divago!). Anch'io voglio leggere di Puskin grazie a Paullina, ce l'ho da mesi se non anni in libreria... prima o poi verrà il suo turno!
    Mi hanno incuriosita molto i libri che consigli... li aggiungo subito in wl! *ç*
    E Dracula... lo sto leggendo proprio in questo periodo ed è proprio bellissimo! Molto probabilmente un libro da 5 stelline!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che bello!! Finalmente qualcuno che adora Il cavaliere d'inverno come me... <3
      Dracula è un altro dei libri imperdibili e bellissimi che rientrano nella gamma dei miei preferiti...5 stelline superior! :D

      Elimina
  2. Uh... *-* Joyce....ho il terrore di leggerlo, nonostante abbia alcuni suoi romanzi in libreria (compresi i due da te citati), e Dracula è piaciuto molto anche a me!!Il libro della Gruber mi attira molto ma boh...l'ho visto oggi al supermercato.... XD Non conoscevo invece il libro di Puskin, vado ad informarmi perchè adoro il suo stile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Joyce merita...ha uno stile particolare ma piacevole...
      La Gruber te la consiglio. Ha fatto un lavoro incredibile!...so che lo vendono al supermercato anche, ma pure Joyce lo vendono al supermercato eppure ha scritto capolavori! ;)

      Elimina
  3. Ciao cara! Che idea carina! :) lo faccio pure io... ma con calma ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene bene! Poi verrò a sbirciare... ;)

      Elimina
  4. Ciao! :)
    Grazie per averci citate ^_^
    Non conoscevo il tuo blog *_* complimenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :) Grazie a te per la visita!!!! :D

      Elimina
  5. Ciao!! Eccomi qui!! Grazie di aver partecipato all'iniziativa!
    Anche io avevo fatto questo tag, è moooolto carino! 'Ulisse' di Joyce lo voglio leggere, ma ci credi che non lo trovo da nessuna parte?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!!...Lo hai fatto anche tu questo tag? Allora vado a sbirciare le tue risposte! ;) Comunque l'Ulisse si trova in molte edizioni: Mondadori (commentato, e costa abbastanza), Newton Compton (Mammut grande) e sempre la Newton in edizione MiniMammut a 4€. Io purtroppo quando è uscita l'edizione mini, avevo già comprato il Mammut grande...sarà un'impresa leggerlo! :D

      Elimina